Neve Cosmetics Creamy Comfort: il primo fondotinta liquido

11 Ottobre 2017 No Comments

Neve Cosmetics Creamy Comfort: il primo fondotinta liquido

11 Ottobre 2017 No Comments
Tutti aspettavano il giorno in cui Neve Cosmetics avrebbe deciso di presentare un fondotinta liquido e quel giorno è finalmente arrivato. Ho il piacere di presentarvi in anteprima (un po’ tardiva) il nuovo Creamy Comfort di Neve Cosmetics.

Idrata come una crema.
Si applica come una crema.
Coccola la pelle come una crema…
Ma è un fondotinta!

Creamy Comfort è disponibile in 9 tonalità:

  • Fair Neutral (chiarissimo e neutro)
  • Light Rose, Light Neutral, Light Warm (chiari)
  • Medium Neutral, Medium Warm (medi)
  • Tan Warm, Tan Neutral e Dark Warm (medio-scuri)
Vediamo innanzitutto gli obiettivi che Neve Cosmetics si era prefissa per questo fondotinta così da capire meglio il prodotto finale:

che fosse più coprente di una bb cream e quindi più uniformante
che riportasse una texture ed una confortevolezza weightless per tutta la giornata

che potesse conferire benefici alla pelle in termini di luminosità e idratazione

Premessa: la mia pelle è normale/secca ed è esattamente la tipologia a cui il prodotto si rivolge.

Caratteristiche

Il fondotinta è presentato in un delizioso tubetto di plastica color malva da 30 ml con tappo a vite. Il design semplice del packaging è impreziosito dalle diciture riflettenti color oro bianco incorniciate da un motivo barocco.
La texture è cremosa e mediamente densa – il che rende già di per sé il prodotto piuttosto coprente essendo questa consistenza in grado di uniformare. Non riporta nessuna fragranza particolare. Sul viso si sente e non si sente e vorrei poter argomentare meglio su questo punto: non si poteva ottenere una confortevolezza che fosse totalmente weightless proprio per via della sua consistenza, che è invece tipica dei fondi liquidi (non in crema) a base d’acqua e quindi molto più leggeri ed inconsistenti – oltre ad essere generalmente meno coprenti. Ad ogni modo, non si ha assolutamente la sensazione di indossare un fondotinta pesante ed anzi resta molto piacevole sul viso.
La coprenza è leggera/media: in caso di evidenti discromie (occhiaie, macchie della pelle) non è in grado di bilanciarne le tonalità lasciandole in trasparenza, ma uniformando l’incarnato. Su pelle secca, ahimè, non si è comportata molto bene mettendone in evidenza le zone più disidratate e ruvide.
Ho trovato comunque una netta differenza di applicazione e resa nei giorni in cui la mia pelle si presentava più curata e luminosa. Dunque – permettetemi la banalità – la skincare ha la precedenza su tutto.
La formula del Creamy Comfort è stata arricchita con olio di jojoba e acido ialuronico. La presenza della silica in questa posizione mi ha suggerito che il fondo si sarebbe asciugato molto in fretta e così è stato, ragione per cui va steso e sfumato molto velocemente. 

Creamy Comfort è anche vegetariano, vegan, privo di siliconi, parabeni, petrolatum e made in Italy.

Applicazione

Si consiglia di applicarlo con le dita procedendo per piccole zone. 

Io invece trovo che questo metodo di applicazione sia più indicato per i fondi liquidi  a base acquosa rispetto a quelli in crema, perché si rischia sempre di stenderlo male rendendo il finish davvero poco omogeneo e un po’ pesante. Consiglio quindi di applicarlo con un flat kabuki: le setole piatte di questo pennello permettono di sfumare bene e di ottenere una resa ancora più naturale e fresca.
Ecco cosa faccio io:
  1. Idrato bene il viso e lo inumidisco con un po’ di Nebbia Fissante, aspettando che si asciughi
  2. Elargisco il Creamy Comfort sul dorso della mano
  3. Prelevo con il flat kabuki procedendo per zone e sfumando molto velocemente
Vi propongo di testare entrambe le applicazioni e di farmi sapere con quale vi troviate meglio!
Colorazioni

Le colorazioni che Neve Cosmetics ha scelto per questo primo (?) fondotinta spaziano da tonalità chiare a medio-scure, ma nonostante non siano comprese tonalità palesemente scure ho apprezzato il fatto che sia stata riportata una sola tonalità rosata sulle nove disponibili. 
Come sappiamo il colorito rosa è molto raro in Italia ed in tutta l’Europa meridionale, dove la maggior parte delle persone riportano il tipico incarnato mediterraneo caucasico. Sarebbe stato superfluo, secondo me, investire in più fondotinta di questo colore.

A tal proposito vi ricordo che sottotono non è sinonimo di colorito, si tratta di due cose totalmente diverse: il primo riguarda la temperatura della vostra pelle (se calda, fredda o neutra), il secondo è da ricondurre all’effettivo colorito o tono che presenta ‘in superficie’. In riferimento vi consiglio la lettura degli articoli scritti e concepiti da Annalisa Affinito (Makeupleasure) che potete trovare qui e qui.

Il fondotinta è da scegliere in base al tono, non al sottotono.

Vi assicuro, almeno da parte mia, che le tonalità chiare siano veramente chiare ed escludo brutte sorprese che potrebbero presentarsi trovando la colorazione scelta più scura del previsto. Per farvi capire: io, che sono un NC25 / C3 di MAC, trovo che il Medium Warm sia ancora un pelo troppo chiaro per me. 
Considerate anche il fatto che possa scurirsi per reazione alla sua ossidazione* sulla pelle: non appena applicato il colore si presenta più chiaro di quanto non sia e bisogna aspettare qualche minuto prima che la vera sfumatura di colore si palesi. 
*Molti fondotinta reagiscono ossidandosi e quindi scurendosi di poco.
PS: Il mio braccio è ancora molto abbronzato ed alcune colorazioni potrebbero risultare molto più chiare di quanto non siano su di voi.
PPS: Perdonate il doppio swatch di Medium Warm, evidentemente dormivo



Per chi è consigliato?

Alla luce dei fatti penso che il Creamy Comfort non sia esplicitamente adatto per pelle secca in quanto il pigmento potrebbe tendere ad accumularsi troppo sulle zone più disidratate e ruvide della pelle rischiando di risultare poco omogeneo, specie se non si procede per zone – come giustamente l’azienda consiglia – o troppo lentamente. Per la stessa ragione non trovo che sia adatto a pelle eccessivamente grassa in quanto le zone critiche soggette a evidenti produzioni di sebo potrebbero comprometterne la resa finale, lucidandosi. Penso invece che possano trovarsi bene coloro che presentano una pelle cui la superficie è ben idratata e generalmente liscia, senza molte imperfezioni e discromie da coprire. 
Osservazioni
  • la skincare quotidiana ha un peso non indifferente sulla resa del prodotto, dunque non pretendete un finish ottimale se la vostra pelle è poco curata
  • considerando che l’ossidazione del fondotinta porti il pigmento a scurirsi sulla pelle, consiglio – se possibile – di testarlo in negozio controllando che quella scelta sia la tonalità giusta per voi
  • l’applicazione del fondotinta con le mani è sempre difficile e rischiosa in quanto la naturale pressione delle dita e conseguente poco controllo di movimento potrebbe far sì che il prodotto si accumuli dove non dovrebbe
  • il prodotto ha un finish molto asciutto e non trovo che abbia bisogno di essere fissato con la cipria, se non su zone soggette a lucidarsi

Vi ricordo che sarà in promo lancio al prezzo di 12,67 € (anziché 14,90) ancora fino a domani 12/10 con spedizione a 0,99!

E questo è davvero tutto quel che avevo da dirvi. Ormai il dado è tratto e chi era interessato all’acquisto sarà già corso in negozio, quindi vorrei sapere la vostra! Vi piace? Come vi trovate?

No Comments

Leave a Reply

Make-Up Artist, Beauty Creator, Photographer & Copywriter More?

Cruelty-Free Make-Up & Photography

×